Abbonamenti
8 spettacoli
prosa musica e danza:
- rinnovo dal 9 al 19 ottobre;
- nuovi dal 23 al 26 ottobre 
4 spettacoli
da scegliere al momento
dell’acquisto dell’abbonamento:
mini abbonamenti a turno unico dal 30 ottobre

Biglietti:
- prevendita dal 30 ottobre online
su arteven.it e vivaticket.it e relativi punti vendita
vendita il giorno di spettacolo
presso il Teatro  da due ore prima dell’inizio 

Biglietteria:
presso Biblioteca Comunale G.Baccari
esclusa la sera dello spettacolo
mercoledì e venerdì ore 15-18,
sabato ore 9.30-12.30


INFORMAZIONI
Biblioteca Comunale Baccari
via G. B. Conti 30, tel. 0425 605667
Teatro Comunale Ballarin
Via G.B.Conti 15 - tel. 0425 642552
www.teatrocomunaleballarin.it
direzione.biblioteca@comune.lendinara.ro.it
uff.biblioteca@comune.lendinara.ro.it
www.arteven.it

Teatro Ballarin

Prosa Musica Danza - Stagione 2019-20

16 novembre 2019 - 27 marzo 2020
Teatro Comunale Ballarin
Via G.B.Conti 15 - Lendinara (RO)

 

16 novembre 2019 ore 21.00
VERONICA PIVETTI
VIKTOR UND VIKTORIA
commedia con musiche liberamente ispirata
all’omonimo film di Reinhold Schunzel
con Giorgio Borghetti, Yari Gugliucci
e con Pia Engleberth, Roberta Cartocci, Nicola Sorrenti
versione originale Giovanna Gra
regia Emanuele Gamba

In epoca di crisi anche gli artisti devono aguzzare l’ingegno. Così l’attrice disoccupata Susanne Weber diventa Viktor und Viktoria, affascinante en travesti che conquista le platee. Ma il suo fascino androgino scatenerà curiosità e sospetti. Tra battute di spirito e divertenti equivoci si legge la critica ad una società bigotta e superficiale (la nostra?) sempre pronta a giudicare dalle apparenze. La Berlino degli Anni ‘30 fa da sfondo alla vicenda che, con leggerezza, arriva in profondità. Una spassosa Veronica Pivetti, nel doppio ruolo di Viktor/Viktoria, racconta e canta una storia piena di qui pro quo, cambi di sesso, di persona e di intrecci sentimentali senza esclusione di colpi.


..................................................................................................................
30 novembre 2019 ore 21.00

GIULIO SCARPATI -VALERIA SOLARINO
MISANTROPO
di Molière
traduzione Cesare Garboli
con Blas Roca Rey, Anna Ferraioli, Matteo Quinzi,
Federica Zacchia, Mauro Lamanna, Matteo Cecchi
regia Nora Venturini

«Il Misantropo è la storia di un uomo che vuole avere un incontro decisivo con la donna che ama e che alla fine di un’intera giornata non ci è ancora riuscito. Le parole con cui Louis Jouvet, grande uomo di teatro, riassumeva il capolavoro di Molière, lette per la prima volta - scrive la regista - mi fecero sorridere per la loro evidente ironia. In realtà colgono un elemento importante dell’opera, spesso trascurato a favore del tema politico dell’uomo onesto e sincero in lotta contro la corruzione e l’ipocrisia della società. In questo capolavoro sempre in equilibrio tra commedia e tragedia, l’aspetto privato del tormento amoroso è dal punto di vista teatrale altrettanto interessante di quello sociale, perché ne evidenzia il fattore umano e ce lo rende sempre attuale a distanza di secoli.»

..................................................................................................................
18 dicembre 2019 ore 21.00
ANGELA FINOCCHIARO
HO PERSO IL FILO
soggetto Angela Finocchiaro, Walter Fontana, Cristina Pezzoli
testo Walter Fontana
con le Creature del Labirinto Alis Bianca, Giacomo Buffoni,
Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito
coreografie originali Hervé Koubi, regia Cristina Pezzoli


Una commedia, una danza, un gioco, una festa. Questo è Ho perso il filo in cui conosciamo un’Angela Finocchiaro inedita - nei panni di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale - che si mette alla prova in modo sorprendente con nuovi linguaggi espressivi, per raccontarci con comicità e ironia un’emozionante e divertente avventura. Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli. Oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto. Ma lei nel Labirinto si perde, incontra strane Creature, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro affamato di carne umana. Uno spettacolo in cui si ride e ci si emoziona fino all’inatteso finale.


..................................................................................................................
FUORI ABBONAMENTO

1 gennaio 2020 ore 15.30
ORCHESTRA GAV - GIOVANI ARCHI VENETI
CONCERTO DI CAPODANNO
Direttore Lucia Visentin
Per festeggiare il Capodanno l’Orchestra propone un programma che unisce il grande repertorio sinfonico per archi ad alcuni tra i più noti brani musicali del repertorio del capodanno in un percorso unico che accompagna l’ascoltatore attraverso due secoli di musica. L’orchestra GAV, diretta dalla sua nascita dalla violinista Lucia Visentin, tra i suoi componenti annovera vincitori di importanti concorsi italiani e non. Importanti riconoscimenti internazionali hanno portato l’Orchestra ad esibirsi in alcune tra le principali sale da concerto, riscuotendo sempre notevoli apprezzamenti sia per la qualità artistica delle esecuzioni sia per la raffinatezza dei programmi proposti.
..................................................................................................................



20 gennaio 2020 ore 21.00
NANCY BRILLI
A CHE SERVONO GLI UOMINI
commedia di Iaia Fiastri
musiche Giorgio Gaber
regia Lina Wertmüller

A che servono gli uomini è una commedia musicale scritta dalla storica collaboratrice della premiata ditta “Garinei e Giovannini”. Nel 1988, alla prima messa in scena, la protagonista venne interpretata da Ombretta Colli mentre l’originale colonna sonora fu ideata da Giorgio Gaber. Ora è Nancy Brilli ad interpretare Teodolinda, Teo per gli amici, una donna in carriera stufa del genere maschile, che si dice soddisfatta della vita da single ma rimpiange di non aver avuto un figlio. Così un giorno, rubando la provetta numero 119 in un Istituto dove si pratica l’inseminazione, corona il suo sogno. Peccato che, spinta dalla curiosità, durante la gravidanza cercherà di conoscere il nome del donatore… ed ecco il colpo di scena!

..................................................................................................................
4 febbraio 2020 ore 21.00
PIERGIORGIO FASOLO, STEFANIA FELICIOLI, LUCIA SCHIERANO
LA CASA NOVA
di Carlo Goldoni -. regia Giuseppe Emiliani
con gli attori della compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto

Un frenetico affannarsi anima il mondo della casa “nova”. Anzoletto e Cecilia, novelli sposi alle prese con un oneroso trasloco. Lei è capricciosa e amante del lusso. Lui incapace di opporsi alle pretese della consorte. Le vicende sono spiate dalla curiosa “serva” Lucietta e guardate con ostilità dalla sorella di lui Meneghina, ansiosa d’una decorosa sistemazione con l’amato Lorenzino. Spiano il tutto le pettegole Checca e Rosina, due sorelle dalla condotta saldamente ancorata ai dettami della buona borghesia, ma inconsapevolmente affascinate dalla voglia di cambiare. Sarà la sagacia della prima a sciogliere ogni intreccio, procurando l’intervento decisivo di Cristofolo, il parente dai sani principi che con saggia laboriosità si è costruito una fortuna.  

..................................................................................................................
26 febbraio 2020 ore 21.00
LELLA COSTA
SE NON POSSO BALLARE
ispirato a Il catalogo delle donne valorose di Serena Dandini
progetto drammaturgico Serena Sinigaglia
scrittura scenica Lella Costa e Gabriele Scotti
scene Maria Spazzi - regia Serena Sinigaglia
 

Le inventrici Maiy Anderson, Lillian Gilbreth, Maria Telkes e Eleonor Raymond. Marie Curie, Nobel per la fisica e Olympe De Gouge che scrisse la Dichiarazione dei diritti della donna, Tina Anselmi, primo ministro della nostra Repubblica e la fotografa guerrigliera Tina Modotti. E ancora Martha Graham e Maria Callas, Angela Davis, laria Alpi e tante altre. In scena donne intraprendenti e controcorrente che hanno lottato per raggiungere traguardi che sembravano inarrivabili, se non addirittura impensabili. Donne valorose che seppure hanno segnato la storia, contribuendo all’evoluzione dell’umanità, per uno strano sortilegio raramente vengono ricordate, con difficoltà appaiono nei libri di storia e tanto meno sono riconosciute come maestre e pioniere.

..................................................................................................................
11 marzo 2020 ore 21.00
ELSINOR CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE
SEI PERSONAGGI IN CERCA D'AUTORE
di Luigi Pirandello
drammaturgia Francesco M. Asselta, Michele Sinisi
con Stefano Braschi, Marco Cacciola, Gianni D'Addario,
Giulia Eugeni, Marisa Grimaldo, Rosario Lisma, Stefania Medri,
Giuditta Mingucci, Donato Paternoster, Michele Sinisi,
Adele Tirante - regia Michele Sinisi

Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello – il nome dell’autore è diventato parte del titolo dell’allestimento – è uno spettacolo matrioska, se così si può dire, in cui il piano meta-teatrale già presente nel testo viene portato all’estremo generando un cortocircuito dove attori, personaggi e pubblico convivono e si mescolano in un happening unico e irripetibile ogni sera. Un Pirandello in jeans e leggins, con gli attori a tu per tu col pubblico come fosse un varietà, con il gioco surreale di un vero spettacolo di una compagnia ospite che si inserisce nello spettacolo a un certo punto, dirette facebook e in generale tutto un clima da guitti…non è solo una bizzarra messa in scena di un classico, ma un atto culturale. (A. Bandettini, La Repubblica.it)  

..................................................................................................................
27 marzo 2020 ore 21.00
CIRCO EL GRITO
JHOANN SEBASTIAN CIRCUS
Boleadoras, acrobatica aerea, giocoleria,
mano a mano, musica dal vivo
Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini
con Fabiana Ruiz Diaz, Giacomo Costantini, Andrea Farnetani
in collaborazione con Andres Tato Bolognini

La compagnia Circo El Grito rappresenta un grande motore per la sperimentazione che, codificata sull’irrefrenabile curiosità del circo contemporaneo, spazia negli ambiti della danza, del teatro, della musica e della letteratura. Alla base di questo loro spettacolo onirico e visionario, esempio di straordinaria originalità e qualità che mescola danza, giocolerie e acrobazie, c’è una lunga ricerca ovvero un esperimento di laboratorio ambulante durato tre anni. In scena una spericolata acrobata aerea, un clown equilibrista e un musicista multistrumentista che prendono per mano il pubblico e l’accompagnano nella loro quotidianità, nei loro ricordi, nelle loro fantasie.
aggiungi alla tua Agenda

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento