Orari: da lunedì a venerdì
ore 9.00-19.00
sabato, domenica e festivi
ore 9.00-20.00
Info: 0425.460093
info@palazzoroverella.com  
www.palazzoroverella.com

la mostra è proposta da:
Fondazione Cassa di Risparmio
di Padova e Rovigo
insieme al Comune di Rovigo
e all’ Accademia dei Concordi

la mostra è curata da:
Roberta Valtorta,
con la collaborazione di Mario Finazzi
per il percorso riservato alla pittura.

La mostra si avvale della collaborazione
con il Museo Storico della Giostra
e dello Spettacolo Popolare
di Bergantino-Rovigo.

Catalogo: Silvana Editoriale

Giostre

Storie, immagini, giochi

23 marzo - 30 giugno 2019
Palazzo Roverella
via Laurenti 8 - Rovigo (RO)

--- QUESTA SETTIMANA ----

• ORARI DI APERTURA FESTIVITA'
21 aprile (Pasqua), 22 aprile (Lunedì dell’Angelo), 25 aprile, 1 maggio ore 9.00-20.00
Nelle altre giornate: feriali 9.00-19.00; sabato e festivi 9.00-20.00

• SABATO, DOMENICA, FESTIVI ore 11.00, 15.30 e 17.30
Visite guidate a orario fisso per singoli visitatori
Biglietto di ingresso ridotto e 4 euro a persona per la visita guidata

• DOMENICA 28 APRILE ore 15.30  
Una piazza di colori: i Madonnari

Laboratorio grafico con gessi per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni
(6 euro a partecipante comprensivi di biglietto di ingresso)

--------------------------------------

Fotografi e artisti raccontano
Ghirri, Gioli, Giacomelli, Cartier-Bresson, Balla, Campigli


Un mondo dove i ricordi dell'infanzia si intrecciano con il destino e la vita che gira e va avanti.
Una grande mostra fotografica, con scatti di Gabriele Basilico, Henri Cartier-Bresson, Robert Doisneau, Eliot Erwitt, Luigi Ghirri, Paolo Gioli, David Seymour.

Ma non solo. Sarà un viaggio multisensoriale: dai dipinti di grandi artisti del Novecento - come Balla e Campigli - ai variopinti manifesti dell’Ottocento e dei primi anni del Ventesimo secolo, fino alla scoperta di preziosi giocattoli antichi e di una curiosa installazione contemporanea. La mostra racconta - attraverso la fotografia, la pittura, la grafica e i giocattoli - il fascino immediato e intramontabile delle giostre.

Le diverse interpretazioni visive appaiono divertenti e giocose, ma hanno anche la capacità di condurci in una speciale dimensione della memoria che parla dell’infanzia, del tempo che passa, del nostro destino.

Foto: Cavallo, prima metà del XIX secolo, legno intagliato e dipinto a mano. Bergantino, Museo Storico della Giostra e dello Spettacolo Popolare © Simone Schiesari
aggiungi alla tua Agenda

canali: Mostre

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento