Ingresso a pagamento,
max 200 posti, tutti numerati
(non sarà possibile entrare
in teatro a spettacolo iniziato)

Biglietto intero € 6
bambini fino agli 8 anni gratis

Organizzazione:
Amministrazione Comunale,
AVIS-AIDO e Circolo AICS
di Costa di Rovigo

Info e prenotazioni:
Biblioteca 0425.497107  
Alberto 339.4218052

Si apre il sipario

Rassegna teatrale di Costa di Rovigo

febbraio 2019
Teatro Comunale M.V.Rossi
Costa di Rovigo (RO)

• SAB.2 FEBBRAIO ore 21
Perpetua zovane... Casin in canonica

commedia brillante in tre atti di Dante Callegari
Compagnia 9 etti e mezzo di Villa d’Adige

• SAB.9 FEBBRAIO ore 21
Il Lupo perde il pelo

di Ray Cooney
Compagnia Convivium di Concadirame

• SAB.16 FEBBRAIO ore 21
Benvenuto all’inferno

commedia scritta e diretta da Fabrizio Piccinato
Compagnia ArteFatto teatro di Verona

• SAB.23 FEBBRAIO ore 21
...a no saverla giusta!

commedia in tre atti di Loredana Cont
Compagnia Ultimo bojo di Casalserugo

• SAB.2 MARZO ore 21
Grazie zio Beniamino!

commedia in due atti di Almerina Rigobello
Compagnia La Fenice di Costa di Rovigo

---------- TRAME ----------------------------------

Perpetua zovane... Casin in canonica
 La commedia racconta il modo di esprimersi della civiltà veneta che ha molte radici nella condivisione, nel rispetto e nei valori che germogliavano in quelle case patriarcali sparse sul territorio. L’azione si svolge in una canonica. I personaggi sono: il parroco Don Mosè, la suora, il nònsolo, una stramba coppia di anziani, la vecchia bigotta, il nipote del parroco e la perpetua, che non è la solita zitella, ma una giovane ragazza che fa sorgere nel paese molte perplessità e pettegolezzi, soprattutto quando la si vede troppo spesso insieme al giovane nipote.

Il Lupo perde il pelo
Tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, tassista, sposato da vent’anni con due donne contemporaneamente. Ha due figli adorabili, Sara da una moglie e Luca, dall’altra. Riesce per anni a vivere nascondendo la verità fino a quando un giorno i suoi due figli si conoscono in chat e decidono di incontrarsi. A questo punto il tassista, aiutato dall’amico Walter, cercherà con ogni mezzo di mantenere il segreto della sua doppia vita, fino ad un finale inaspettato.

Benvenuto all’inferno
Commedia brillante contemporanea con elementi di Commedia dell'Arte, in lingua veneta e italiana. Che cosa potrebbe accadere se un anziano signore si ritrovasse all’Inferno per un banale errore burocratico? Se si trattasse solo apparentemente di un vecchietto indifeso, che nasconde in realtà uno spirito cinico e combattivo, lo scompiglio prenderebbe di certo il sopravvento su tutto.

...a no saverla giusta!
Mariotta è desiderosa di riabbracciare la sorella Caterina di ritorno da un pellegrinaggio a Lourdes. A quest’ultima capita di sentire una confidenza che la nipote Lina fa all’amica Rosetta, dalla quale capisce chiaramente che Lina è incinta. La drammatica notizia deve essere immediatamente riferita agli altri componenti della famiglia il cui buon nome rischia di essere irrimediabilmente infangato. Ma ...a no saverla giusta si commettono grossi errori!

Grazie zio Beniamino!
Lo zio Beniamino doveva essere un tipo piuttosto strano per stilare un simile testamento. Alle cinque nipoti lascia altrettante buste numerate contenenti somme di valenza diversa. Ognuna dovrà scegliere a caso, ma Giovanna, sempliciotta dedita al vino e alle umili compagnie, è la fortunata vincitrice della strana lotteria. In compagnia di Clotilde, una barbona da strada che ha "adottata", vuole constatare fino a che punto le sorelle siano disposte ad annullare la propria dignità per ricevere, a loro volta da lei, la somma del testamento dello zio.
aggiungi alla tua Agenda

canali: Teatro e Musica

vedi altre iniziative del: Comune di Costa di Rovigo >>>

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento