Biglietti
in prevendita online su arteven.it
vivaticket.it e relativi punti vendita
in vendita presso Mercato Coperto
il giorno dello spettacolo
2 ore prima dell’inizio

Info: cell. 347.9318600
345.0692769
(mar. ore 9-12
dal lun. al ven. ore 16-19)
www.teatrocotogni.it
www.arteven.it

Castelmassa - Stagione Teatrale

dicembre 2018 - marzo 2019
Mercato Coperto
via G. Oberdan 7 - Castelmassa (RO)

dom 2 dicembre ore 17.30
Naturalis Labor
Tanguera
TANGO Y MUSICA DAL VIVO

coreografie di tango di e con
Stefano Babboni, Loredana De Brasi,
Silvio Grand, Elisa Mucchi
musica dal vivo con TRIO TANGO SPLEEN
regia e coreografie di Luciano Padovani

dom 23 dicembre ore 17.30
Pantakin / Theama Teatro / Tam Teatromusica
È di nuovo BIANCO NATALE
con Emanuele Pasqualini e Valentina Framarin
regia di Emanuele Pasqualini

dom 20 gennaio ore 17.30
Francesca Inaudi
Preziosa
di Maria Teresa Venditti
regia di Luca De Bei

dom 3 febbraio ore 17.30
Teatro dei Pazzi
Le allegre comari di Windsor
di William Shakespeare
regia di Giovanni Giusto

dom 17 febbraio ore 17.30
3Chefs
Trio Comedy Clown
di e con Claudio Cremonesi,
Stefano Locati, Alessandro Vallin
suoni e rumori di Luca De Marinis
luci e ombre di Marco D’Amico
regia di Rita Pelusio

dom 10 marzo ore 17.30
Enrico Lo Verso
Uno nessuno centomila
dal romanzo di Luigi Pirandello
adattamento e regia di Alessandra Pizzi

---------- TRAMA -------------------------

Tanguera - TANGO Y MUSICA DAL VIVO
Tenerezza, desiderio e tanta passione: il tango è metafora della vita e dell’amore. I fianchi si toccano, le gambe si incrociano con precisione, i piedi si muovono all’unisono, i protagonisti diventano quasi inconsapevolmente una cosa sola. Padovani riporta in scena il tango vero, con musica dal vivo eseguita ed interpretata dal molto conosciuto e apprezzato trio Tango Spleen, che suonerà brani classici da Pugliese al più conosciuto Piazzolla.

È di nuovo BIANCO NATALE
Natale è… Un albero addobbato, la neve, un abbraccio familiare, un gesto d’affetto. I protagonisti ci trasportano in un mondo completamente bianco: lo sfondo, il pavimento e i loro vestiti sono immacolati, come in presenza di un gigantesco foglio. E se il foglio venisse riempito di immagini del Natale di ognuno? Se regalasse ricordi ormai dimenticati, capaci di toccare le corde del cuore e rendere le persone più buone? In È di nuovo BIANCO NATALE ricordi e tradizioni si intrecciano, confluendo in una simpatica tombola collettiva a cui tutti sono invitati a partecipare: correte a ritirare il premio!

Preziosa
Preziosa ripercorre le tappe fondamentali della sua vita attraverso tutte le volte in cui ha tentato il suicidio: a tre anni gettandosi dal seggiolone, a undici anni cercando di soffocare con delle Big Babol, a quindici anni tagliandosi le vene. Con un registro brillante, ma in grado di toccare corde profonde e di grande umanità, la protagonista racconta della sua sindrome d’abbandono, dei genitori anaffettivi, dei suoi sgangherati rapporti di coppia… Ma anche del miracolo della vita che regala sempre un’ennesima opportunità.

Le allegre comari di Windsor
Per la prima volta Teatro dei Pazzi mette in scena un’opera di William Shakespeare abbinando ai personaggi creati dal drammaturgo inglese quelli tipici della Commedia. Insieme alle protagoniste, che tendono la trappola ad un Falstaff bistrattato da tutti, fa sorridere l’assurda gelosia di Mastro Ford, il quale offre la possibilità ad ogni spettatore di sentirsi coinvolto nella storia. All’astuzia di ironiche Comari si contrappone la sciatteria di serve comiche dedite al doppio gioco, con il risultato finale di far vincere l’amore vero.

Trio Comedy Clown
Lo Chef, icona dei giorni nostri, un nuovo eroe che si muove tra padelle e fornelli in una battaglia perenne alla ricerca del gusto sublime. A partire da questa realtà anche i nostri “3Chefs” si lanciano nell’impresa per creare ricette di divertimento uniche, capaci di mandare in estasi il palato, di far sentire il karma del gusto, di far cantare di gioia le papille gustative. Fra saporiti virtuosismi e gustose acrobazie, una “cena senza cibo” che non lascerà di certo a digiuno il vostro spirito: jonglerie con mestoli, vassoi acrobatici, musica dal vivo con pentole e cucchiai, tutto condito con un teatro fisico all’ennesima potenza, in un rapporto diretto con il pubblico… Da leccarsi i baffi!

Uno nessuno centomila
Un omaggio a Luigi Pirandello, attraverso l’adattamento teatrale del più celebre dei suoi romanzi: la storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio minimo e insignificante. Il pretesto è un’osservazione banale su un particolare fisico da cui si dipanano i dubbi di un’esistenza: le cento maschere della quotidianità lasciano il posto alla ricerca del sé autentico e profondo, l’ironia della scrittura rende la situazione paradossale e grottesca, accentuando gli equivoci. Abbandonare i centomila per cercare l’uno può significare fare i conti con il nessuno, ma forse è un prezzo che conviene pagare pur di assaporare la propria esistenza.
aggiungi alla tua Agenda

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento