Foto: Luis Ricardo Faléro,
La Sorcière,1882,
collezione privata

Orari di apertura mostra:
feriali ore 9.00-19.00
sabato e festivi ore 9.00-20.00

Mostra promossa da:
Fondazione Cassa di Risparmio
di Padova e Rovigo

in collab. con
Comune di Rovigo
e Accademia dei Concordi

Info: www.palazzoroverella.com

Arte e magia

Il fascino dell’Esoterismo in Europa

29 settembre 2018 - 27 gennaio 2019
Palazzo Roverella - Rovigo (RO)

............................................................................................................
Eventi di questa settimana:


• VEN.19 OTTOBRE ore 17.30  
“L’Arte in calice” Visita tematica con brindisi finale
(biglietto di ingresso ridotto e 9 euro a persona per la visita guidata con degustazione)

• SAB.20 e DOM.21 OTTOBRE ore 11.00, 15.30 e 17.30
Visite guidate a orario fisso per singoli visitatori
(biglietto di ingresso ridotto euro 4 euro a persona per la visita guidata)

• DOM.21 OTTOBRE ore 15.30
“Tic Tac... il 31 ottobre è vicino”
Laboratorio di decorazione per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni
(6 euro a partecipante comprensivi di biglietto di ingresso)

Info: tel. 0425.460093  info@palazzoroverella.com

.............................................................................................................

La mostra:
Demoni, spiriti, streghe, maghi, vampiri, fantasmi e altre oscure presenze. Fascinosi abitanti di un immaginario che ha stregato maestri dell’arte come Kandinsky, Rodin, Munch, Basile, Klee, Previati, Mondrian. Sono i protagonisti di questa mostra, un viaggio alla scoperta delle correnti esoteriche che, a cavallo tra ’800 e ’900, hanno influenzato la pittura in Europa mettendola in contatto con una dimensione in cui la ragione tace e si spalancano le porte di un mondo fatto di mistero, sogno e inconscio. In mostra, lo spettatore si troverà coinvolto in un vero e proprio percorso iniziatico che procederà dall’invito al Silenzio iniatico, attraversando templi ed are verso l’illuminazione iniziatica terminando quindi con la rappresentazione di aure e raggi. Arte e Magia in fondo ci svela che, se è vero che il sonno della ragione genera mostri, è altrettanto vero che, a volte, può generare un’arte sublime.

Lascia ogni razionalità, prima di entrare
Lascia che demoni e spiriti, streghe e maghi, vampiri e antiche divinità ti prendano per mano. Abbandona ogni certezza e lasciati accompagnare in una discesa nei luoghi più inaccessibili dell’animo umano, alla scoperta di un periodo unico nella storia dell’Occidente.
Siamo in Europa, tra il 1880 e il 1925. Anni in cui l’interesse per l’esoterismo e le dottrine ermetiche riemerge con prepotenza, avvolgendo con il suo alone di mistero le arti figurative, la letteratura e l’architettura.
Il desiderio di esplorare l’occulto, il sogno, l’inconscio lega a doppio filo la nuova corrente artistica del Simbolismo con la nascente psicoanalisi. Fino ad abbracciare, di lì a poco, le prime avanguardie del Novecento, il Futurismo e l’Astrattismo.

Quando le labbra dormono l’anima si sveglia
Ogni percorso iniziatico comincia con una promessa: gli iniziati non riveleranno le dottrine occulte che stanno apprendendo. E il viaggio di Arte e Magia si apre proprio così: con un invito al silenzio. Un gesto – il dito o le mani sulle labbra sigillate – che rimbalza da un’opera all’altra, da Giorgio Kienerk a Odilon Redon, intimando al visitatore di non divulgare i segreti che si prepara a scoprire. Un invito a far tacere la ragione. Per poter ascoltare il sussurrio dell’inconscio.

Cercando la luce
Solo accogliendo questo invito ti sarà concesso di accedere al Tempio, seconda tappa del viaggio di iniziazione, che ti porterà a scoprire i segreti dell’architettura esoterica e a decifrarne i misteriosi simboli.
Ad attenderti, all’uscita, la Luce: aure, emanazioni e raggi luminosi. Rappresentazioni di fenomeni fisici e spirituali, protagonisti di opere che – da Previati a Mondrian – evidenziano il passaggio dall’estetica simbolista a quella modernista e avanguardista.
Non può esserci luce, però, senza buio. Nelle successive tre tappe del viaggio, passerai attraverso i tentacoli di opere oscure, impressionanti e sconvolgenti, scaturite dall'inconscio di Auguste Rodin, Edvard Munch o Vasilij Kandinskij.

La notte e i suoi invitati
Qui ci si addentra nel vero cuore di tenebra della mostra. Regno di Diavoli, Streghe e Maghi, signori della notte, e delle sue creature, dai vampiri agli animali notturni. Fino ai fantasmi, protagonisti di una sezione interamente dedicata allo Spiritismo, a cui la borghesia di fine Ottocento si interessò con un
entusiasmo fervido, che fece esplodere la moda delle sedute spiritiche. A raccontarle, qui, una serie di foto dell’epoca e due tavolini da seduta, realizzati ad hoc da Thayaht e Julius Evola.

Guardando ad Oriente
Dallo spirito all’anima, il viaggio iniziatico si conclude ritornando alla luce che, irradiandosi dal lontano Oriente, fa divampare in tutta Europa una passione (oggi ancora viva) per mitologie, dottrine e religioni orientali. Si spiega così l’interesse per il Buddismo e lo Yoga di molti artisti, come František Kupka, Jan Toorop o Nicholj Roerich. Così come la nascita a inizio secolo, nei pressi di Ascona, di una comunità utopica e anticonformista chiamata Monte Verità. Qui in tanti, da Carl Gustav Jung a Herman Hesse, soggiornarono praticando il nudismo e il vegetarianesimo, per fuggire dalla civiltà industrializzata e dalle sue catene.

Un’arte sublime
Arte e Magia è un’oasi in cui lasciare la razionalità fuori dalla porta prima di entrare, proprio come ti sarà chiesto di fare all'inizio del percorso. Accogliendo questo invito, scoprirai che se è vero che il sonno della ragione genera mostri, è altrettanto vero che, a volte, può generare un’arte sublime.
aggiungi alla tua Agenda

canali: Mostre

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento