Ingresso intero € 8
ridotto € 6 soci Unpli


Organizzazione:
Pro Loco di Canda
e Gruppo Teatrale Il Mosaico
patrocinio del Comune di Canda

Info: Pro Loco Canda  
cell. 339.6721860  
prolococanda@gmail.com
Il Mosaico  tel. 0425.200255  
www.ilmosaicoteatro.it

Teatro in Villa 2018

con Gusto Polesine

21-28 luglio e 4-11-18 agosto 2018
Villa Nani Mocenigo - Canda (RO)

sabato 21 luglio ore 21.15
Sti sta’ ve porto al mare  

Commedia dialettale dei ricordi - di Manuela Tavian
Compagnia I Ruscoletti di Canda
Regia di Manuela Tavian ed Emilio Milani
Serata di beneficenza: il ricavato sarà devoluto a Medici Senza Frontiere

sabato 28 luglio ore 21.15
Coppia aperta, quasi spalancata
di Dario Fo e F. Rame
Compagnia teatrale “Streben Teatro” di Treviso
Regia di Sebastiano Boschiero
Al termine: degustazione prodotti tipici
a cura della Pro Loco di Giacciano con Baruchella​


sabato 4 agosto ore 21.15  
I Rusteghi
di Carlo Goldoni
Compagnia teatrale “Gruppo Teatro d’Arte Rinascita” di Treviso
Regia di Renzo Santolin
Al termine: degustazione prodotti tipici
a cura della Pro Loco di Lusia


sabato 11 agosto ore 21.15
Le baruffe chiozzotte
di Carlo Goldoni
Comp. teatrale “Piccolo Teatro Città di Chioggia” 
Regia di Pierluigi Donin
Al termine: degustazione prodotti tipici
a cura della Pro Loco di Canaro


sabato 18 agosto ore 21.15
I Promessi Sposi
tratto dal romanzo di A. Manzoni
Comp. teatrale “Teatro delle Arance” di San Donà di Piave (Ve)
Regia di Giovanna Digito
Al termine: degustazione prodotti tipici
a cura della Pro Loco di Canda


-------------- TRAME ------------------------------

Sti sta’ ve porto al mare  
Compagnia I Ruscoletti di Canda

Cercando nella valigia dei ricordi emergeva con insistenza il mare e il ricordo dolcissimo di vacanze infantili vissute con i nonni. La luce sfuocata dei ricordi restituiva una dimensione quasi mitologica di vacanza, di sospensione in un tempo assoluto. La partenza era subito nostalgia di casa, l’arrivo era già avventura e promessa di giochi e scoperte. Il mare è il gioco più antico dell'uomo. Dopo mesi di foto vecchie e di sensazioni ritrovate, una mattina di agosto, l’autrice cominciò a scrivere “Sti sta' ve porto al mare” con dedica ai nonni. Il periodo scelto è quello degli anni Sessanta, forieri di ottimismo, progresso, voglia di fare. Il contesto è quello della campagna, il nostro, di cui essere orgogliosi.

Coppia aperta, quasi spalancata
Compagnia teatrale “Streben Teatro” di Treviso
Antonia è sposata da tempo con un marito che non l’ama più. È costretta ad accettare una relazione dietro l’altra da parte dell’uomo, che definisce la loro come una “coppia aperta”. Inizialmente la donna, contrariata, prova tristezza, che sfocia più volte in vari tentativi di suicidio. Poi, si rende conto di essere ancora giovane e di poter iniziare una nuova vita.Proprio quando ha la strada libera, il marito comincia ad essere geloso, tanto da impedirle la storia con un fisico candidato Premio Nobel.

I Rusteghi
Compagnia teatrale “Gruppo Teatro d’Arte Rinascita” di Treviso
Il “rustego” Lunardo promette all’amico Maurizio la propria figlia Lucietta in moglie al di lui figliuolo Filippetto. Ma i due giovani, secondo l’antico costume, non ne sanno niente e non potranno vedersi che il giorno delle nozze. Contrariamente a ciò, la consorte di Lunardo, Margarita, matrigna di Lucietta, e Marina, cognata di Maurizio, vengono convinte da Felice, moglie di Canciano (altro “rustego”) a far sì che gli ignari giovani si incontrino. Filippetto, aiutato dal conte Riccardo, entra mascherato in casa di Lunardo proprio quando questi, all’insaputa della moglie, ha invitato in casa gli amici “rusteghi” per le nozze.

Le baruffe chiozzotte
Comp. teatrale “Piccolo Teatro Città di Chioggia”
La vicenda prende avvio dal gesto malizioso di un giovane “batelante”, Toffolo Marmottina, che, approfittando dell’assenza degli uomini che sono ancora in mare, offre a Lucietta, già fidanzata con Titta Nane e a sua cognata donna Pasqua un pezzetto di zucca abbrustolita (la succa barucca) per far ingelosire Checca, la giovane sorella di Orsetta e donna Libera. La baruffa scoppia tra le donne per rivalità e gelosia. Solo l’arrivo del vecchio paron Vincenzo riesce per il momento a placare gli animi. Dopo un fitto incalzare di colpi di scena, di litigi, di botte e risposte viene fatta la pace, ma dura poco: “...e che la dura fin che la se rompe!” dice il Cogitore..

I Promessi Sposi
Comp. teatrale “Teatro delle Arance” di San Donà di Piave (Ve)
Un allestimento vivace e ritmato con dialoghi, balletti, musiche ed ambientazioni che accompagneranno lo spettatore in una kermesse di spassoso divertimento. Immutate le tematiche: Amore, Fede, Potere e Giustizia, rappresentate attraverso i personaggi originali del romanzo e interpretati con spiccata ironia da nove attori, in una essenziale scenografia, in cui non mancheranno però preziosi effetti di illuminotecnica. Un’opera originale e tradizionale allo stesso tempo, allestito per ottenere il gradimento del pubblico.
aggiungi alla tua Agenda

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento