Ingresso libero

Organizzazione:
Comune di Monselice
Assessorato alla Cultura


Per info:
www.comune.monselice.padova.it
www.bibliotecamonselice.it

Monselice Scrive 2018

Una città, i suoi libri, i suoi scrittori

3 marzo - 28 aprile 2018
Loggetta
via del Santuario - Monselice (PD)

RASSEGNA DI SCRITTORI e POETI MONSELICENSI
Anche quest’anno sono numerosi i nuovi libri che andranno ad arricchire le nostre conoscenze culturali cittadine,  segno questo di un rinnovato vigore letterario che ci onora e ci incoraggia nel sostenere una manifestazione che si prefigge, tra l’altro, di instaurare un dialogo con la ‘Monselice’ che ama i libri e il confronto delle idee.
Gli incontri avranno luogo presso la Loggetta (in via del Santuario) con inizio alle ore 17.00

Sabato 3 marzo 2018
Io sono il re nero 
di Davide DONATO
Presenta Luca Settimo
La bellissima partita di scacchi che fa da sfondo al libro è quella giocata nel 1988 in Olanda tra Judit Polgar e Viswanathan Anand: all’inizio la Polgar era in una apparente situazione di svantaggio, ma alla fine con abili mosse è riuscita a vincere. Il libro, che per motivi di trama vede il finale della partita adattato alla storia narrata, è ambientato a Newcombe, una tranquilla cittadina; essa nasconde tra le sue vie un assassino che agisce senza pietà, pronto a sfidare l’intero corpo della polizia a una partita a scacchi. Chi perde un pezzo o la partita... muore.

Sabato 10 marzo 2018
Sedie all’insù
di Gianluca CAPPELLOZZA
Presentano Riccardo Ghidotti e Roberto Valandro
Gianluca Cappellozza racconta il Delta Polesano, la sua gente e l’evoluzione di un territorio che egli vede in pieno declino, popolato da anziani, lavoratori dipendenti, precari a basso reddito, badanti, artigiani e commercianti, tutta gente che fino a qualche anno fa aveva contribuito a fare ‘grande’ il Veneto lagunare. Una società capovolta, dove i vari temi sociali e culturali nazionali naufragano tra le acque del Po e i telefonini di ultima generazione. È un racconto che si svolge lungo le rive di due fiumi (Adige e Po), che rappresentano metaforicamente i confini tra vita, sogni, speranze e solitudini di uomini e donne che hanno vissuto con un piede nel Novecento e uno nel nuovo secolo.

Domenica 11 marzo 2018
Racconti brevi. Voli tra vissuto e fantasia
di Giancarlo FABBIAN
Presenta Rodolfo Temporin
Il volume contiene racconti di cronaca e poesie, episodi legati all’emigrazione degli Italiani verso l’America e spunti di meditazione sul valore della vita, ricordi familiari e testimonianze della propria fede cristiana. Il tutto è scritto con un linguaggio immediato e scorrevole, con momenti di particolare lirismo. I brani sono per lo più brevi, quasi a ‘volare’ di ricordo in ricordo, di pensiero in pensiero, anche se non manca mai una riflessione sulla condizione umana e del suo mondo.

Sabato 17 marzo 2018
L’avventura di Ossicella il mitico ‘fondatore’ di Monselice
Relatore Lorenzo BRACCESI
con brevi note di Riccardo Ghidotti e Roberto Valandro
Lorenzo Braccesi, recente vincitore dei Premi Brunacci, nel suo libro L’avventura di Cleonimo. Livio e Padova (Poligrafo 2017), ha studiato la presenza dei Greci lungo le coste venete e in questa occasione parlerà della leggenda di Ossicella, per rintracciare qualche verità storica sul mitico fondatore di Monselice. Gli storici patavini Portinari, Bonifacio e Salomonio infatti affermarono che Ossicella, Antenore e Ateste approdarono sulle spiagge venete fuggendo da Troia, conquistata con l’inganno da Ulisse.

Sabato 24 marzo 2018
Nobili, meno nobili e briganti
Il posto delle acque morte
La Piavola de Franza

di Giuliano MENALDO
Dialoga con l’autore Roberto Valandro
Nell’età del Romanticismo si era diffuso il modello del romanzo storico sviluppato attraverso le vicende di tre generazioni. Qui, nel sontuoso trittico di Giuliano Menaldo, il respiro s’amplia fino a coinvolgere due secoli, dalla metà del seicento alla metà circa dell’ottocento, quando in Venezia era cominciato da tempo il declino di una millenaria epopea. Il punto di vista dell’autore muove dalla minuscola storia di un piccolo luogo dei Colli Euganei, Vo’ Vecchio, dominato da stagni e vaste paludi, le ‘acque morte’, e segue passo passo il suo incredibile evolversi grazie alla famiglia patrizia dei Contarini. Sull’appartata scena compaiono via via gli abitanti accanto ai personaggi dell’epoca, uomini e donne che da Venezia colloquiavano con l’Europa intera, svelando costumi, mentalità, vizi e opere che, alla fine, si riflettevano nel chiuso universo rurale euganeo.

Sabato 7 aprile 2018
Storia dell’industria dolciaria di Carlo Dal Din
Dalla “Pasticceria – confetteria” allo “Stabilimento a vapore” (1900-1959)
Relatore Simone MARZARI
Durante lo sviluppo economico dell’industria veneta agli inizi del XX secolo, a Monselice nascono per iniziativa privata numerose ditte individuali destinate nel tempo a spegnersi con la scomparsa del fondatore, come nel caso dell’industria dolciaria Carlo Da Din (Valdobbiadene 1879 - Monselice 1959) la cui vicenda aziendale ha seguito in parallelo la vita del creatore chiudendo di fatto i battenti dopo la sua scomparsa. Caramelle e torroni, conservati in colorate scatole di latta, hanno ‘pubblicizzato’ per quasi sessant’anni la ditta insieme alla città di Monselice in tutta Italia. Oggi sono oggetti da collezione e ci fanno memoria di un passato che non può essere dimenticato.

Domenica 8 aprile 2018
Taccuino 2014-2016
Raccolta di scritti, citazioni e aforismi
di Mauro CONTATO
Presenta Riccardo Ghidotti con una nota di Carlo Cavallaro
Si tratta di una raccolta eterogena di scritti scelti, citazioni e aforismi che ovviamente non possono costituire un corpo teorico organico, in quanto talvolta sono pensieri di intellettuali che portano avanti idee ed interpretazioni anche in aperto contrasto tra loro. È un’opera ampia e ricchissima, di grande utilità soprattutto per chiunque senta il desiderio di avvicinarsi in modo non convenzionale a quella che potrebbe essere definita ‘filosofia’. Ma non è un vero e proprio manuale nel senso classico; al contrario, la peculiarità di questo lavoro sta proprio nella sua frammentarietà che potremmo definire come ‘la filosofia dell’autore’: ovvero il modo di pensare dello stesso Mauro Contato che argomenta i suoi concetti con grande professionalità e chiarezza. L’opera è un invito a seguire il suo percorso individuale a zig zag, utilizzando le riflessioni e i suggerimenti per creare una propria idea del pensiero filosofico, nella speranza di fornire anche un bagaglio culturale molto più ampio ed esaustivo a disposizione di tutti i ‘pensatori’ contemporanei.

Incontro rinviato a data da destinarsi
Sabato 14 aprile 2018
La ragazza sull’altalena
di Assunta MENATO
Presenta Davide Donato

Sabato 21 aprile 2018
Tra memoria e sentimenti
Per un dialogo poetico e storico-letterario
di Anna Ester MIAZZI e Roberto VALANDRO
Conversa con gli autori Giada Zandonà
L’immaginario poetico della Miazzi s’addensa nelle strofe attraverso elisioni concettuali, rinvigorito da suggestioni del tutto personali che traggono alimento dalla Natura o da umanissime esperienze legate al quotidiano d’ognuno. L’antologia poetica s’accompagna inoltre con puntuali commenti critico-esegetici e storico-narrativi di Roberto Valandro.

Sabato 28 aprile 2018
Il vicefederale Primo Cattani
capo delle brigate nere a Monselice (1943-’45)
di Paolo BONALDI
Intervengono Francesco Selmin e Carlo Monaco
Cattani, trasferitosi da Parma a Batttaglia Terme nel 1916, aderisce al movimento fascista nel 1919 ed è sindaco dal 1922 al 1926. Si trasferisce a Monselice e nel 1943 aderisce alla Repubblica di Salò, diventando responsabile delle locali “Brigate nere”. Attivo nei rastrellamenti e nelle rappresaglie ordinate da tedeschi e fascisti, è coinvolto nell’eccidio di Castelbaldo del luglio 1944 e viene condannato a morte nel 1947. La sua fine è rimasta a lungo misteriosa: risulta latitante per quasi due anni, ma prima della condanna definitiva il suo cadavere venne fatto trovare vicino al cimitero di Arquà.
aggiungi alla tua Agenda

canali: Incontri

organizzatore: Comune di Monselice >>>