Ingresso
intero € 8 - ridotto € 5

Organizzazione
Compagnia Sottosopra
Comune di Bagnoli di Sopra,
F.I.T.A. Veneto e Provincia di Padova.

Info e prevendita:
Biblioteca tel. 049.9579124
Teatro tel. 049.9535335

A Bagnoli A Bagnoli v'aspetto

Rassegna teatrale 2017-18 - Stagione primaverile

13 gennaio - 7 aprile 2018
Teatro C.Goldoni
Bagnoli di Sopra (PD)

sabato 13 gennaio 2018 ore 21.00
Non sarà un’avventura

Viaggio nelle canzoni di Lucio Battisti
Compagnia “Sottosopra” di Bagnoli di S. (PD)

sabato 20 gennaio 2018 ore 21.00

El salvadego
Compagnia “Teatro d’Arte” di Spresiano (TV)
liberamente tratto dal Dyskolos di Menandro
regia di Valentina Bertelli e Federico Granziera

sabato 3 febbraio 2018 ore 21.00
La signorina Papillon
Compagnia “Stabile del Leonardo” di Treviso
di Steno Benni

sabato 17 febbraio 2018 ore 21.00
La trilogia del cunto
“Donne di buona lingua, l’amore” 1° cunto
“Vardiello e Grannonia, la fame” 2° cunto

Eleonora Fuser, Pierdomenico Simone, Giorgio De Marchi

sabato 17 marzo 2018 ore 21.00
Terra Promessa
Associazione Amici per Bagnoli di Bagnoli di S. (PD)
Compagnia “Sottosopra” di Bagnoli di S. (PD)

sabato 24 marzo 2018 ore 21.00

El barbajozo
Compagnia “Proposta Teatro Collettivo” di Arquà Polesine (RO)
commedia in tre atti di Gianni Sparapan
regia di Giorgio Libanore

sabato 7 aprile 2018 ore 21.00
In vino recitas
Ass. Culturale “Teatro dei Pazzi” di San Donà di Piave (VE)
da un’idea di Giovanna Digito
regia di Giovanni Giusto

---------- TRAME ----------------------

sabato 13 gennaio 2018 ore 21.00
Non sarà un’avventura

Tra i più grandi, influenti e innovativi cantanti italiani, è considerato una delle massime personalità nella storia della musica leggeraitaliana sia come compositore e interprete della propria musica, sia come compositore per altri artisti. In tutta la sua carriera ha venduto oltre 25 milioni di dischi.La sua produzione ha impresso una svolta decisiva al pop/rock italiano: da un punto di vista strettamente musicale, Lucio Battisti ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica. Grazie al sodalizio artistico con Mogol, Battisti ha rilanciato temi ritenuti esauriti o difficilmente rinnovabili, quali il coinvolgimento sentimentale e i piccoli avvenimenti della vita quotidiana; ha saputo esplorare anche argomenti del tutto nuovi e inusuali, a volte controversi, spingendosi fino al limite della sperimentazione pura.

sabato 20 gennaio 2018 ore 21.00
El salvadego
Una commedia, riscritta in dialetto veneto, tratta da “Il Misantropo”, ovvero “Dyskolos”, di Menandro, commediografo greco del 400 a.C. La storia è ambientata in campagna in un’epoca indefinita perché le vicende d’amore non hanno tempo, come gli imprevisti che ne scaturiscono. Un giovane nobile si innamora di una fanciulla che vive in campagna con il padre. Quest’ultimo è un vecchio bisbetico e solitario, un uomo rude che vuole però molto bene alla sua unica figlia. Il giovane vuole chiedere in sposa la fanciulla ma già dal primo incontro si scopre che la situazione non è delle più facili poiché il vecchio si rivela un vero “Salvadego”, ma...La vicenda si dipana tra gags esilaranti e situazioni comiche e paradossali, fino al finale...è tutto da scoprire!!

sabato 3 febbraio 2018 ore 21.00
La signorina Papillon
La signorina Rose Papillon è una fanciulla dolce, apparentemente indifesa, sognatrice. Si è costruita un suo mondo: un giardino abitato da rose, insetti e farfalle che ella colleziona. In questo mondo incantato, in questo bozzolo protetto, Rose vive, in compagnia di un pappagallo impagliato, lontano dai pericoli del mondo; fino al giorno in cui irrompono tra le magnolie, i bombi e le farfalle alcuni inquietanti personaggi, a portare scompiglio e trascinarla via da lì...

sabato 17 febbraio 2018 ore 21.00
La trilogia del cunto
Le favole narrate sono tratte da “Lo cunto de li cunti, ovvero lo trattenemiento de’ peccerrille” di Giovan Battista Basile, favolista del ‘600: La storia di Zoza, la storia dell’orsa, I tre cedri, Le tre corone, Vardiello. Il progetto prevede una terza parte “La vecchia scorticata, ovvero i cavalieri dell’Apocalisse, la morte”. L’amore, la fame e la morte sono i grandi temi della commedia popolare seicentesca. Le maschere, le maschere a maniglia e i burattini di Giorgio De Marchi sono la favola, la narrazione del fantastico. “Perchè la ricchezza di una favola sta nella capacità che essa possiede di simboleggiare il maggior numero di esperienze”.

sabato 17 marzo 2018 ore 21.00
Terra Promessa
Emozioni cantando Sanremo. I migliori brani della storia musicale italiana.
Associazione Amici per Bagnoli e Compagnia Sottosopra di Bagnoli di Sopra proporranno i migliori brani della storia musicale italiana. Artisti della zona si cimentano con brani sanremesi rimasti nella memoria storica delle persone. Una proposta musicale iniziata per gioco e che per il terzo anno viene portata avanti con la stessa intenzione: divertire i cantanti e soprattutto divertire il pubblico!
È gradita l’eleganza.

sabato 24 marzo 2018 ore 21.00
El barbajozo
Ambientata in una provincia veneta degli anni 80/90 la commedia racconta di una famiglia qualsiasi, resa grottesca dal continuo rispecchiarsi in modelli televisivi. Personaggi diventati maschere di una commedia dell’arte che ancora trova alimento in caratteri alla Peppone e Don Camillo. La storia, sempre la stessa: il ferroviere Palmiro Moleta ha tre figli e la figlia maggiore è rimasta incinta del fidanzato. Le due famiglie si ritrovano per risolvere i problemi che ne derivano, dato che i futuri sposi sono entrambi disoccupati. Tutti i guai verranno risolti dall’arrivo della nonna della ragazza, che metterà tutto a posto, purché anche lei possa coronare il proprio sogno d’amore. La trama è un pretesto per presentare una continua girandola di tipi e personaggi tra il comico e l’assurdo.

sabato 7 aprile 2018 ore 21.00
In vino recitas
Tobia, il protagonista della storia, scopre che attraverso il vino, ogni territorio esprime con orgoglio la propria identità, e mostra di poter attrarre oggi più di ieri la curiosità di chi ha imparato a scegliere e ad apprezzare ciò che possiede una vera personalità, che cerca la tipicità e la diversità. L’amore che il protagonista sente crescere, man mano che il suo pellegrinaggio tra le cantine lo conduce lungo le strade del vino rosso e del vino bianco per tornare poi dalla sua amata, si condensa in una miscela di musica, profumi e odori descritti dalle canzoni e idealizzati in un misterioso “vino dell’amore” che vuol essere il sogno di ogni produttore di vino, il sogno di ogni innamorato, il sogno di ogni spettatore che identifica in quei sapori un desiderio profondo che sembra irraggiungibile. 
aggiungi alla tua Agenda